Navigation

Egitto: inizio disobbedienza civile, bloccati governatorati

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2013 - 16:40
(Keystone-ATS)

I manifestanti anti Morsi hanno bloccato l'accesso alle sedi di dodici dei 27 governatorati in Egitto, nell'ambito della campagna di disobbedienza civile associata alle proteste organizzate dal movimento dei Ribelli, Tamarod.

I manifestanti in varie località fra le quali Alessandria, Luxor, Suez chiedono governatori "lontani dai giochi politici", secondo fonti locali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo