Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Isis ha rivendicato l'uccisione del generale egiziano nel Sinai nell'ambito della campagna intitolata "Caccia degli apostati".

In un comunicato sul web i jihadisti dello "Stato" o "Provincia del Sinai" (Wilayat Sinai) - nata nel quadro di un'alleanza-affiliazione con l'Isis - hanno annunciato che "i soldati del Califfato usando armi leggere hanno assaltato un checkpoint dell'esercito a al Arish causando la morte del generale Khaled Othman, supervisore dei servizi di sicurezza del Commissariato di polizia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS