Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sei terroristi dell'Isis sono stati uccisi dalle forze di sicurezza egiziane (foto d'archivio).

Keystone/EPA/ATEF SAFADI

(sda-ats)

Sei terroristi dell'Isis sono stati uccisi dalle forze di sicurezza egiziane che cercavano di arrestarli nell'Egitto centrale.

Come riferisce un comunicato del ministero dell'Interno, il "gruppo di terroristi che credono nello spirito del Daesh" era in un appartamento vuoto a Dairut (circa 330 km a sud del Cairo) e "progettava una serie di operazioni terroriste nel perimetro del governatorato" di Asyut e nel resto "dell'Alto Egitto".

I sei, al momento di essere identificati, hanno iniziato a sparare e le forze di sicurezza sono state "costrette a rispondere", sostiene il dicastero. Nell'appartamento sono state trovate fra l'altro "cinque armi automatiche, una bomba, abiti militari" e documenti falsi.

Sabato - dopo un attacco rivendicato dall'Isis nel Sinai nord-orientale a sud di Rafah in cui, secondo un bilancio ufficiale, 26 militari sono rimasti uccisi o feriti - il presidente Abdel Fattah al-Sisi aveva esortato a una "estrema vigilanza" nei confronti del terrorismo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS