Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il deposto presidente egiziano, Mohamed Morsi, rifiuta l'autorità del tribunale che lo deve processare dal prossimo 4 novembre per l'accusa di incitazione all'omicidio. Lo hanno ribadito stasera i suoi sostenitori.

"Nessun avvocato - egiziano o straniero - difenderà il presidente eletto Mohamed Morsi, perché il presidente non riconosce questo processo né alcuna azione frutto di un colpo di Stato", ha affermato la coalizione dei suoi sostenitori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS