Il presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi, ha ratificato la nuova legge antiterrorismo che prevede pesanti sanzioni per i giornalisti che pubblicano informazioni in contraddizione con quelle ufficiali in caso di attentati. Lo ha riferito il quotidiano Al-Ahram.

La controversa legge stabilisce una multa da 200mila a 500mila lire egiziane (da 23mila a 58mila euro) per chi diffonde notizie "false" su attacchi o operazioni contro i terroristi islamici.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.