Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mohammed Badie (archivio)

KEYSTONE/EPA/KHALED EL FIQI

(sda-ats)

La corte d'Assise del Cairo ha condannato all'ergastolo Mohamed Badie, guida suprema dei Fratelli Musulmani, e altri 4 della Confraternita (Mohamed El Beltagui, Safwat Hegazy, Essam El Eryan e El Hosseiny Antar).

I cinque sono stati riconosciuti colpevoli di istigazione agli scontri violenti scoppiati a Giza dopo la rimozione dell'ex presidente Mohammed Morsi nel 2013. Lo riferiscono fonti giudiziarie.

L'ex ministro di Morsi, Bassem Ouda, è stato condannato a 15 anni di reclusione, mentre la pena per Hisham Kamel, Gamal Fatehi e Ahmed Dahy è di 10 anni ciascuno. In questo caso, la pena è stata ridotta rispetto alla condanna all'ergastolo nel processo di primo grado.

I condannati nell'ennesimo processo contro esponenti di spicco del movimento, messo al bando e definito organizzazione terroristica, potranno ricorrere in appello.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS