Navigation

Egitto: oltre 70 morti in violenze tra tifosi di calcio

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2012 - 21:43
(Keystone-ATS)

Oltre settanta morti e oltre mille feriti: è il bilancio di scontri tra tifosi verificatisi oggi allo stadio di Porto Said, in Egitto, al termine di una partita di calcio fra la squadra locale El Masrj e Al Ahlj, uno dei due club più popolari del Paese. Lo comunicano fonti del ministro della Sanità.

Gli scontri sono scoppiati quando centinaia di ultrà locali hanno invaso il terreno di gioco, dando vita a una vera e propria caccia ai giocatori avversari.

Le due squadre di calcio hanno una "lunga storia di ostilità alle spalle, sfociata spesso in scontri violenti fra opposte tifoserie". Lo scrive il quotidiano 'Egypt indipendent' online, secondo il quale anche in "tempi recenti i supporter dei due club si sono affrontati violentemente".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?