Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Piazza Tahrir al Cairo, simbolo ed epicentro dei sommovimenti dell'Egitto, è da ieri sera chiusa e presidiata da almeno 25 mezzi blindati in occasione del quarto anniversario della rivoluzione che nel 2011 portò alla caduta dell'allora presidente Hosni Mubarak. Lo riferisce l'agenzia Mena precisando che gli accessi alla piazza sono chiusi anche con filo spinato e forze della sicurezza pattugliano il centro della capitale egiziana fra appelli a manifestazioni non autorizzate da parte dei Fratelli musulmani, al bando in Egitto.

Cinque persone sono state arrestate per aver inneggiato al deposto presidente islamista Mohamed Morsi mostrandone grandi foto vicino a Tahrir. Come mostra il sito dell'emittente Al Jazira in streaming, un piccolo corteo (sembra composto da decine di persone) è in corso nel benestante quartiere meridionale di Maadi: oltre a slogan della rivoluzione anti-Mubarak ("Pane, libertà e giustizia sociale", "il popolo vuole la caduta del regime"), fra gli altri ne viene scandito uno del periodo della giunta di generali che depose Morsi nel 2013 ("abbasso il potere militare") e uno più recente contro l'attuale presidente ("Morte a Sisi").

Come accade di frequente, sono esplosi due ordigni artigianali: un nell'est della capitale ferendo due poliziotti e uno nel delta del Nilo bloccando una linea ferroviaria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS