Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella prima sentenza a suo carico, il deposto presidente egiziano Mohamed Morsi è stato condannato dalla Corte d'assise del Cairo a 20 anni di carcere in un processo per la morte di manifestanti che protestavano, a dicembre 2012, contro un suo decreto.

La sentenza è appellabile ma Morsi è detenuto anche per altri processi.

Con la la sentenza, letta in tv, la corte ha condannato Morsi e altri 12 imputati della Fratellanza musulmana per "ricorso alla violenza" ma li ha assolti dalle accuse di omicidio e possesso d'armi. L'accusa iniziale per Morsi era di incitamento all'uccisione di manifestanti che il 5 dicembre di tre anni fa protestavano davanti al palazzo presidenziale di Etehadiya al Cairo contro un decreto che ampliava i poteri del presidente espressione dei Fratelli musulmani. Negli incidenti erano morte almeno dieci persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS