Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le "forze della sicurezza egiziana hanno disperso alcuni sostenitori dei Fratelli musulmani che avevano cercato di impedire agli elettori di raggiungere i seggi" elettorali nel primo giorno in cui si vota per le presidenziali. Secondo il sito web in inglese del quotidiano al Ahram gli scontri si sono verificati a Kerdasa nel governatorato di Giza a sud del Cairo.

Ahram riporta che la "polizia ha usato gas lacrimogeni", mentre altre fonti locali hanno smentito tale notizia e hanno riferito che i tafferugli si sono verificati tra "alcuni abitanti del posto e i pro-Morsi con scambi di pietre". A Kerdasa, ex roccaforte della Confraternita, lo scorso agosto i Fratelli musulmani avevano attaccato una stazione di polizia massacrando una dozzina di agenti.

SDA-ATS