Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un manifestante è stato ucciso negli scontri in corso in una cittadina del Sinai tra manifestanti e forze dell'ordine.

A Suez vari edifici pubblici sono stati dati alle fiamme. Incendi sono scoppiati negli uffici dell'amministrazione locale, in una caserma dei pompieri e in una parte dell'ospedale pubblico. Nella città portuale a nord-est del Cairo 35 persone, fra le quali 5 poliziotti, sono rimaste ferite nella fitta sassaiola fra manifestanti e polizia. Gli arrestati sono 30 e i manifestanti hanno anche distrutto quattro blindati delle forze di sicurezza. Altri 10 blindati sono arrivati dal Cairo per mettere in sicurezza gli uffici governativi e la sede del partito al potere, Pnd, dopo che numerosi incendi sono stati appiccati dai manifestanti in alcuni di questi edifici.

Le manifestazioni di protesta, dicono ancora le fonti, si sono estese anche alla zona industriale di Suez dove circa 300 operai delle acciaierie hanno fatto un sit-in chiedendo l'aumento del salario.

Nei violenti scontri in corso da questa mattina, spiegano ancora le fonti, sono stati usati lacrimogeni e anche proiettili veri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS