Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Niente velo integrale in pubblico per le donne egiziane: è questa l'ipotesi allo studio delle autorità del Paese nordafricano a maggioranza musulmana, secondo quanto riporta il Washington Post.

Il quotidiano afferma che alcuni legislatori egiziani stanno elaborando un progetto di legge che vieterebbe alle donne di indossare il niqab - il velo nero che copre tutto il viso lasciando fuori solo gli occhi - nelle aree comuni e negli uffici governativi.

Asma Nosseir, membro del parlamento che sostiene la misura, spiega che l'uso di tale velo è in realtà una tradizione ebraica diffusasi nella penisola araba prima dell'Islam. Mentre il Corano, precisa, incoraggia l'utilizzo di vestiti modesti e la copertura dei capelli, ma non del viso.

Se la legge verrà approvata potrebbe aumentare le divisioni religiose e le tensioni nel Paese. I sostenitori della norma, tuttavia, ribadiscono che è necessaria per motivi di sicurezza e per favorire un panorama religioso moderato. Tra questi c'è per esempio l'Università del Cairo, che il mese scorso ha vietato a dottori ed infermiere di indossare il niqab nelle scuole di medicina, dopo aver già posto il veto, l'anno scorso, a docenti e ricercatori di portare il niqab in classe.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS