Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oggi sono stati captati i segnali di una delle due scatole nere dell'Airbus di Egyptair precipitato il 19 maggio nel Mediterraneo con 66 persone a bordo.

Keystone/AP/THOMAS RANNER

(sda-ats)

La nave francese Laplace ha intercettato i segnali emessi da una delle due scatole nere dell'Airbus precipitato il 19 maggio nel Mar Mediterraneo con 66 persone a bordo, mentre era in volo da Parigi al Cairo.

La nave francese che cercherà di recuperare la scatola nera del volo Egyptair arriverà sul posto intorno al 10 giugno. L'imbarcazione può captare i segnali emessi dalle scatole nere fino a 5000 metri di profondità e dispone di uno speciale robot in grado di ripescarle fino a 3000 metri di profondità.

A bordo della nave, della società Deep Ocean Search (DOS), si trovano anche due inquirenti del BEA, l'ufficio francese di analisi e inchiesta degli incidenti aerei.

Il luogo in cui si concentrano le ricerche si trova a 290 chilometri dalla costa egiziana e, secondo fonti vicine all'inchiesta, ha una profondità di circa tremila metri.

Le scatole nere sono in grado di emettere segnali per quattro o cinque settimane, prima che si scarichi la batteria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS