Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La commissione federale dell'elettricità ElCom ritiene ingiustificati gli aumenti di prezzo annunciati negli scorsi giorni dalle aziende elettriche Axpo e BKW.
Le aziende hanno accumulato lo scorso anno lauti guadagni, i tassi sono rimasti bassi e i prezzi sul mercato dell'elettricità sono diminuiti. Non vi è quindi motivo di penalizzare i consumatori, ha detto stamane alla radio della Svizzera tedesca il direttore di Elcom Renato Tami.
Proprio ieri Axpo ha annunciato per il prossimo anno un aumento del 20% del prezzo del chilowattora adducendo "costi di produzione e acquisizione più elevati". Anche il gruppo bernese BKW la settimana scorsa ha preannunciato una maggiorazione delle tariffe del 6% a partire da ottobre.
Alpiq, finora, non ha invece ha reso noti incrementi. Il "patron" Giovanni Leonardi ha però detto in numerose interviste che i prezzi saliranno a causa dell'accresciuto consumo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS