Navigation

Electrolux: 1000 tagli in Europa, 30% Italia

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2012 - 17:58
(Keystone-ATS)

Electrolux, leader mondiale nella produzione di elettrodomestici, ha annunciato che intende tagliare circa 1000 colletti bianchi in tutta Europa, di cui il 30% in Italia. Tutti gli stabilimenti italiani saranno interessati. Lo afferma Augustin Breda dirigente nazionale Cgil (Confederazione Generale italiana del lavoro) e Coordinatore nazionale lavoro società 'cambiare rotta Fiom'.

Questa - afferma Breda - è "l'ennesima riorganizzazione del gruppo Electrolux, che si aggiunge agli oltre 800 esuberi operai già definiti a marzo 2011, con un accordo ministeriale di durata biennale, che ha interessato gli stabilimenti di Porcia (PN), Susegana (TV) e Forlì". "È necessario l'intervento del Governo - conclude Breda - e una forte azione sindacale per frenare lo stillicidio di tagli occupazionali che favoriscono solo l'accelerazione dell'abbandono del nostro Paese da parte della multinazionale Svedese".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?