Elettricità: consumo stabile malgrado economia, demografica e meteo

 Tutte le notizie in breve

Resta stabile il consumo di elettricità in Svizzera.

KEYSTONE/TI-PRESS/GABRIELE PUTZU

(sda-ats)

Malgrado lo sviluppo economico, l'aumento demografico e le condizioni meteorologiche sfavorevoli, il consumo di elettricità in Svizzera è rimasto stabile nel 2016.

Ciò si spiega, afferma l'Ufficio federale dell'energia (UFE) in una nota, con i progressi nell'efficienza energetica.

Nell'anno in rassegna il consumo di elettricità in Svizzera è risultato essere pari a 62,6 terawattora (TWh). Dopo la deduzione delle perdite dovute alla trasmissione e alla distribuzione pari a 4,4 TWh, il consumo effettivo è ammontato a 58,24 TWh. La variazione rispetto all'anno precedente è di -0,01%.

Nel 2016 la produzione di energia elettrica indigena è calata del 6,6%, attestandosi a 61,6 TWh. Nell'anno in rassegna la produzione nazionale è stata superiore a quella del 2015 solo nel terzo trimestre (+0,7%), mentre è stata inferiore nel primo (-10,6%), nel secondo (-1,3%) e nel quarto (-16,4%).

Più in dettaglio, gli impianti idroelettrici hanno prodotto l'8% di energia elettrica in meno. Anche l'energia nucleare è in calo, dell'8,4% a 20,2 TWh. La ragione è da ricercare nella disattivazione temporanea delle centrali nucleari di Beznau I (annuale) e di Leibstadt (da settembre a dicembre).

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve