Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scorso anno la produzione di energia elettrica in Svizzera è cresciuta dell'1,9% rispetto all'anno prima, mentre il consumo è calato del 3,1% grazie alla meteo favorevole. Le esportazioni sono aumentate. Lo rende noto l'Ufficio federale dell'energia (UFE).

La riduzione del consumo è stata registrata lungo tutto l'anno ma è risultata più marcata nel primo trimestre (-4,7%) e nel secondo (-3,7%). Il calo è avvenuto in un anno in cui economicamente il Paese è andato bene (crescita del Pil al 2%) e la popolazione è aumentata di circa lo 0,9%. Un ruolo importante viene assegnato alla meteo: il 2014 è stato l'anno più caldo dall'inizio delle misurazione nel 1864 e il 10% della corrente viene utilizzata proprio per il riscaldamento.

I 57,5 miliardi di chilowattora (kWh) consumati non rappresentano tuttavia tutta l'elettricità utilizzata in Svizzera: bisogna infatti aggiungere le perdite dovute al trasporto e alla distribuzione e si arriva a un totale di 61,8 miliardi.

Per quanto concerne la produzione, l'aumento è stato dell'1,9%, a 69,6 miliardi di KWh. Si tratta del miglior risultato dopo il record del 2001. L'aumento è stato forte nel secondo trimestre (+4,2%) e nel terzo (+5,5%), mentre nel primo si è avuto un calo (-3,6%).

Principali fornitori di corrente sono risultate le centrali idroelettriche con 39,3 miliardi di KWh, pari al 56,4% del totale, con un calo dello 0,7% rispetto all'anno prima.

Le cinque centrali nucleari hanno prodotto 26,4 miliardi di KWh, pari al 37,9% di tutta la corrente, ciò che rappresenta un record. La progressione è stata del 6% grazie soprattutto a Mühleberg (BE) e al potenziamento della centrale di Gösgen (SO).

Le centrali termiche convenzionali e altri impianti (5,7% di tutta la corrente) hanno prodotto 3,9 miliardi di KWh, con una crescita del 2,2%.

Per ciò che concerne l'esportazione di corrente, vi è stata un'eccedenza di 5,5 miliardi di KWh superiore a quella del 2013 (2,4 miliardi). Il Paese ha importato 37,4 miliardi di kWh e ne ha esportati 42,9, con una crescita del saldo positivo del 35,2%, a 442 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS