Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Elettricità: previsto lieve calo del prezzo medio nel 2017 (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/FERNANDO LLANO

(sda-ats)

Il prezzo medio dell'elettricità per le economie domestiche dovrebbe calare dello 0,8% nel 2017. La contrazione è prevista malgrado l'aumento della rimunerazione a copertura dei costi per l'immissione in rete di energia elettrica (RIC), attuato dalla Confederazione.

L'innalzamento della RIC da 1,3 a 1,5 centesimi al chilowattora sarà infatti compensato da "miglioramenti in materia di efficacia energetica, da risparmi a livello di acquisti di corrente e dalla riduzione del tasso d'interesse dei capitali investiti", indica l'Associazione delle aziende elettriche svizzere (AES) in una nota odierna.

Come conseguenza, la maggior parte delle economie domestiche svizzere dovrebbe beneficiare di un calo dello 0,8% del prezzo dell'elettricità. Si tratta di una media dei dati stimati dai 30 maggiori membri dell'associazione, che forniscono quasi il 50% dell'elettricità in Svizzera.

Questo calo non può tuttavia essere applicato all'insieme delle famiglie, precisa l'AES. In alcuni casi si assisterà infatti a un aumento "poiché l'evoluzione dei prezzi presso alcune imprese dipende fortemente dai dati individuali".

Il prezzo dell'elettricità viene stabilito in funzione di tre parametri: la rete, l'energia e le tasse, ricorda infine l'organizzazione.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS