Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PPD e Verdi sono i grossi perdenti delle elezioni parlamentari cantonali svoltesi a partire dalle federali dell'ottobre 2011. Principali beneficiari l'UDC e i Verdi liberali, in modo minore il PS. In ripresa, ultimamente, il PLR, dopo lungo penare.

Il PPD ha perso 30 seggi nei parlamenti cantonali dall'autunno 2011 e ne detiene ancora 452 (17,6%) su un totale di 2559, secondo un calcolo dell'ats. Dal canto loro, i Verdi ne hanno lasciato per strada 26 e si ritrovano attualmente con 176 deputati (6,8%).

L'UDC ne ha invece 580 (22,6%), 16 in più rispetto all'ottobre 2011, e consolida la sua posizione di primo partito nei legislativi cantonali, davanti al PLR, che ha contenuto le perdite grazie ai buoni risultati di quest'anno (+8 seggi a Zurigo e + 3 a Basilea Campagna in particolare) ed è ora a quota 545 (21,3%).

Il PS ha conquistato 10 nuovi seggi e sale a 455 (17,8), superando così il PPD.

A potersi rallegrare per i risultati ottenuti sono però soprattutto i Verdi liberali, che hanno guadagnato 32 seggi portandosi a quota 83 (3,2%), superando un PBD da tempo in perdita di velocità: -2 eletti, 73 seggi rimasti (2,8%). Quest'anno a Zurigo (-5 seggi) e Lucerna (-1) i Verdi liberali hanno però subìto i primi smacchi elettorali che preoccupano certamente i dirigenti del partito in vista delle federali di ottobre.

Dopo il voto dello scorso fine settimana in Ticino, tutti i cantoni svizzeri hanno ormai rinnovato i loro parlamenti dalle elezioni federali del 2011, con la sola eccezione di Appenzello interno dove l'appartenenza partitica non ha però alcun ruolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS