Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del PPD, Christophe Darbellay, ha fissato quale obiettivo del partito per le elezioni federali del prossimo anno una crescita di due punti percentuali, a quota 14,3% dei voti. Per raggiungerlo, spiega in un'intervista pubblicata oggi dal "SonntagsBlick", la formazione politica lancerà un'iniziativa popolare, il cui contenuto non è ancora stato definito.

Dopo il calo registrato alle ultime elezioni federali- dal 14,5 al 12,3% - il PPD punta ora a guadagnare un seggio al Consiglio nazionale e due agli Stati. Darbellay sottolinea inoltre "la stretta collaborazione" con il PBD, ma esclude una fusione , proponendo invece di unire le liste elettorali nei cantoni in cui ci sono interessi comuni.

Il PPD intende trarre beneficio dall'iniziativa popolare 'Sostenere le famiglie! Esentare dalle imposte gli assegni per i figli e gli assegni di formazione', ma non vole fermarsi e conta di lanciare una nuova iniziativa probabilmente all'inizio del 2015. Il partito si riunirà alla fine di agosto per determinare il suo contenuto.

Darbellay non potrà ripresentarsi all'elezione al Consiglio nazionale, poiché i mandati sono limitati a dodici anni: "Visto che non devo condurre una campagna per me, sarò più disponibile a spostarmi in tutta la Svizzera".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS