Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nonostante il franco forte e una riduzione delle vendite, il numero uno svizzero dei prodotti lattieri Emmi è riuscito a migliorare l'utile netto del 3%, a 46,6 milioni di franchi, nel primo semestre 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014.

Il fatturato è sceso del 3,8%, a 1,56 miliardi di franchi, ha indicato il gruppo lucernese in una nota diramata oggi. L'utile operativo Ebit è salito del 14,3% a 84,9 milioni di franchi.

Il comparto svizzero, principale fonte di introiti per Emmi, ha registrato una contrazione delle vendite del 3%, a causa in particolare del turismo degli acquisti oltre confine. Il gruppo si aspetta che le conseguenze negative della forza del franco si facciano ancor più sentire nel secondo semestre.

A livello di gruppo, per l'insieme dell'anno, Emmi continua a prevedere una diminuzione del volume d'affari del 2-3%. L'Ebit dovrebbe raggiungere i 170-180 milioni di franchi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS