Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ems-Chemie ha realizzato nei primi nove mesi del 2018 un fatturato di 1,77 miliardi di franchi, con una progressione del 10,8% rispetto a un anno fa.

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Il fabbricante grigionese di polimeri e specialità chimiche Ems-Chemie ha realizzato nei primi nove mesi del 2018 un fatturato di 1,77 miliardi di franchi, con un incremento del 10,8% rispetto a un anno fa.

Come previsto, la congiuntura mondiale si è sviluppata positivamente, ma i segnali di rallentamento si vedono, indica un comunicato odierno della società. E i conflitti commerciali frenano gli affari, in particolare nell'industria dell'auto, un mercato chiave per Ems-Chemie.

L'azienda diretta dalla consigliera nazionale UDC Magdalena Martullo-Blocher, figlia dell'ex consigliere federale Christoph Blocher, prevede per l'esercizio in corso un giro d'affari "leggermente superiore" a quello dell'anno prima. Anche l'utile operativo dovrebbe superare quello dell'anno scorso.

La società con sede a Domat/Ems (GR) comunica solo semestralmente i dati sugli utili.

Tutte le regioni e tutti i settori dell'impresa hanno registrato buoni affari. L'unità principale dedicata ai polimeri ha realizzato un fatturato di quasi 1,55 miliardi di franchi, in crescita dell'11%. Il segmento delle specialità chimiche ha venduto prodotti per 223 milioni di franchi, con una progressione del 9%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS