Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier turco Recep Tayyip Erdogan, eletto nuovo capo dello stato al primo turno delle presidenziali domenica con il 51,8% dei voti, ha promesso oggi che sarà "il presidente di tutti i 77 milioni di turchi".

Duramente contestato dall'opposizione laica, che denuncia la deriva autoritaria e islamica impressa al Paese negli ultimi anni e sottolinea le accuse di corruzione che gli sono state mosse e su cui non si è mai indagato, Erdogan ha respinto le accuse come "propaganda oscura".

Il presidente eletto turco, che assumerà le sue nuove funzioni il 28 agosto, ha affermato che nei 12 anni al potere il partito islamico Akp ha invece promosso le libertà e le riforme. "Abbiamo rispettato le scelte di vita di ciascuno" ha aggiunto.

L'anno scorso milioni di giovani turchi sono scesi in piazza durante le grandi proteste di Gezi Park, a Istanbul, contestando il premier e denunciando la stretta islamica e autoritaria imposta alla Turchia. La dura repressione ordinata da Erdogan ha fatto otto morti fra i giovani manifestanti e oltre 8 mila feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS