Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Risale la fiducia delle aziende svizzere.

KEYSTONE/DOMINIC STEINMANN

(sda-ats)

Risale la fiducia delle aziende svizzere: per la prima volta da tre anni lo speciale barometro calcolato dalla società di consulenza Ernst & Young (EY) indica un miglioramento dell'andamento degli affari. Ma le preoccupazioni persistono.

EY ha interrogato 700 imprese e l'87% ha affermato di giudicare in modo positivo gli attuali rapporti commerciali. Commenti ottimistici anche per quanto riguarda l'evoluzione del volume d'affari. Il 93% ritiene che la situazione dell'azienda sia stabile o molto stabile (35%).

Quanto agli sviluppi congiunturali le varie società sono più fiduciose: solo l'11%, rispetto al 26% di 12 mesi fa, prevede passi indietro, mentre il 27% (+4 punti) punta a un consolidamento dell'economia. La preoccupazione principale è rappresentata dalla forza del franco.

Il ritrovato ottimismo delle aziende si rispecchia anche nella propensione a investire: il 28% prevede di aumentare la spesa in questo campo e solo l'11% di ridurla. Il 21% intende inoltre assumere nuovo personale mentre l'11% non esclude tagli occupazionali. La penuria di manodopera qualificata ricomincia intanto a diventare un problema: tre società su cinque affermano di avere difficoltà nel reperire personale qualificato, in particolare nel settore dei servizi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS