Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sempre meno svizzeri in grigioverde: il primo marzo l'esercito contava 186'143 militi, quasi 2000 in meno di un anno prima. Dal 2005 le forze armate si sono ridotte di quasi un terzo, informa in un comunicato odierno il Dipartimento della difesa.

Stando al DDPS nel 2012 gli effettivi rimangono però superiori del 2% rispetto a quelli regolamentari (formazioni attive: 121%, riserva: 47%). Vi è peraltro un problema per quanto riguarda ufficiali superiori e capitani: il 10% di queste posizioni non era occupata, anche se nel periodo in rassegna si è assistito a un lieve miglioramento.

Dopo aver valutato i dati numerici l'esercito ritiene che l'attuale struttura non possa più essere alimentata a sufficienza a medio e lungo termine, complici lo sviluppo demografico e le peculiarità sociali. Tale constatazione si riferisce però alle attuali condizioni quadro, sottolinea il DDPS: la discussione politica riguardante l'ulteriore sviluppo delle forze armate è in corso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS