Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo l'incidente a un F/A-18 avvenuto un mese fa in Francia, le Forze aeree svizzere rinunciano con effetto immediato, e per una durata indeterminata, a trasportare civili a bordo degli aerei da combattimento.

Lo hanno indicato alla trasmissione televisiva "10 vor 10" di SRF i vertici dell'esercito, ricordando come di recente sui cacciabombardieri erano stati invitati politici, vip e giornalisti.

Il 14 ottobre un F/A-18 biposto con un solo membro d'equipaggio ha perso improvvisamente quota e si è schiantato al suolo nel dipartimento francese del Doubs, senza provocare vittime. L'aereo volava con due Tiger F-5 dell'aviazione militare elvetica per un esercizio di preparazione al combattimento, diretto da ufficiali francesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS