Navigation

Esercito:4 giorni di prigione per "Buongiorno" al colonnello

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2011 - 10:01
(Keystone-ATS)

Un soldato di Wil (SG) che prestava corso di ripetizione a St. Maurice (VS) è stato condannato a quattro giorni di prigione da scontare perché ha salutato un colonnello con un semplice "buongiorno". L'incredibile vicenda, avvenuta il 12 settembre, è stata svelata oggi dal "Blick". L'esercito non commenta.

Stando al quotidiano zurighese, che ha intervistato il soldato 28enne, il colonnello - comandante della piazza d'armi di St.Maurice - sarebbe arrivato in caserma in uniforme a bordo di un auto civile. Non riconoscendolo, il giovane, che era la prima volta che prestava servizio nella località vallesana, gli ha detto "Bonjour" e gli chiesto di identificarsi.

Il colonnello è andato su tutte le furie. Più tardi, dopo un interrogatorio durato ben 45 minuti, giunge la sanzione: quattro giorni di prigione da scontare, dopo il corso di ripetizione. Preoccupato per le possibili ripercussioni professionali, il giovane ha inviato una lettera di scuse al colonnello, lettera che però non è servita a niente.

Ora, ha deciso che non può permettersi di ricorrere in giustizia e sta aspettando di poter scontare la pena.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?