Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sono piccoli miglioramenti "dal punto di vista cutaneo" per una delle due bimbe rimaste coinvolte nell'esplosione di via Brioschi a Milano, avvenuta domenica scorsa.

La bimba, la più piccola delle due ricoverate, è quella con ustioni al 40-45% di arti e volto, ed era quella che preoccupava di più i medici del Niguarda, dove si trova il Centro Grandi Ustionati.

Nello stesso ospedale è ricoverato anche il padre che, come riporta il bollettino medico della struttura, è in condizioni stabili; ieri è stato sottoposto a un intervento di omoinnesto, ovvero un trapianto di cute da donatore. "Allo stato attuale non sono previsti altri interventi", confermano gli specialisti.

La bimba più grande delle due, infine, è in "condizioni stabili": ha riportato ustioni sul 20% circa di arti e volto, ma le sue condizioni non destano eccessive preoccupazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS