Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SHANGHAI - Il padiglione svizzero all'esposizione universale di Shanghai - in programma dal 1. maggio al 31 ottobre - e quello congiunto delle città di Zurigo, Ginevra e Basilea, sono pronti ad accogliere i visitatori. Propongono un viaggio nel paese di Heidi, ma anche in una Svizzera urbana e moderna.
Il padiglione elvetico, dedicato al tema "Interazione tra città e campagna", è ormai terminato. Il budget di 24 milioni di franchi "non sarà superato", afferma il direttore del padiglione Manuel Salchli. Sedici milioni provengono dalla Confederazione, il resto da sponsor privati.
Entrando nel padiglione il visitatore è dapprima confrontato a un universo urbano; difatti il tema dell'Expo 2010 è la città. Può scoprire immagini tridimensionali e incontrare su schermi TV dodici personaggi elvetici in grandezza naturale, tra cui Micheline Calmy-Rey, Nelly Wenger e l'ex Mister Svizzera Renzo Blumenthal, nonché vedere un film sulle Alpi in proiezione IMAX.
Alla fine del percorso il visitatore prende una seggiovia e si ritrova in piena natura, sul tetto alberato del padiglione. Principale attrazione svizzera, la seggiovia lunga 440 metri e con un dislivello di 18 metri potrà trasportare fino a 2,5 milioni di persone durante i sei mesi dell'esposizione universale.
Fino ad ottobre il padiglione elvetico accoglierà anche una serie di concerti, mostre, conferenze e dibattiti in collaborazione con Presenza Svizzera, Pro Helvetia, il festival jazz di Montreux e le Case svizzere per gli scambi scientifici e tecnologici Swissnex. Il salone VIP è "già noleggiato al 95%", constata Salchli.
Pure completato è il padiglione "Better Water - Best Urban Life" di Zurigo, Ginevra e Basilea. Il budget di 4,6 milioni di franchi, di cui tre versati dalle città, sarà mantenuto, promette la sua direttrice Howe Yin Zhao. I visitatori potranno vedere un filmato proiettato a 360 gradi in cui vengono mostrate le soluzioni sostenibili per l'utilizzo dell'acqua nelle tre maggiori città svizzere.
La Svizzera sarà molto presente anche al di fuori del perimetro dell'Expo 2010. Ventuno Smart coi colori di Svizzera Turismo scorrazzeranno per le strade di Shanghai e convoglieranno i visitatori all'Expo. Il film "The Alps", coprodotto da Svizzera Turismo e dal gigante del cemento Holcim, sarà proiettato permanentemente al museo delle scienze e della tecnologia della metropoli cinese.
La presidente della Confederazione Doris Leuthard presenzierà il 12 agosto alla Giornata svizzera. La consigliera federale Micheline Calmy-Rey è attesa il 29 maggio in occasione della Giornata delle tre grandi città, mentre Moritz Leuenberger dovrebbe arrivare il 14 settembre. Anche Roger Federer ha rivelato ai media cinesi il suo interesse per l'esposizione universale; il padiglione svizzero spera di poterlo accogliere.

SDA-ATS