Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'euro costituisce la principale valuta di fatturazione sia per le merci in entrata che per quelle in uscita dal territorio elvetico. Nel 2014, il 36% delle esportazioni e rispettivamente il 55% delle importazioni è stato fatturato in euro.

La quota del franco nell'export è stata pari al 24% e quella del dollaro al 18%, mentre per l'import le percentuali sono state rispettivamente del 32% e dell'11%, afferma oggi l'Amministrazione federale delle dogane.

Tre comparti hanno emesso oltre la metà delle fatture in euro: si tratta dell'industria della carta e dell'industria grafica (67%), delle materie plastiche (64%) e della metallurgia (57%).

L'industria chimica e farmaceutica ha realizzato le sue vendite per il 37% in euro, il 25% in dollari e il 19% in franchi, mentre l'industria delle macchine ha favorito il franco (46%), davanti all'euro (42%) e all'euro (10%). Nell'orologeria il franco rappresenta una quota del 69%, davanti allo yen giapponese e al dollaro di Hong Kong.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS