Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il leader dell'euroscettico Ukip ha scelto il Times per respingere le tante accuse di razzismo arrivate al suo partito dopo il lancio della controversa campagna per le europee in cui si chiedono forti misure contro l'immigrazione. Nigel Farage ha affermato in un intervento sul giornale che l'Ukip non è "razzista" e nemmeno "settario", anzi sta attirando fra le sue fila sempre più rappresentanti delle minoranze etniche britanniche.

Gli euroscettici erano finiti nell'occhio del ciclone dopo che alcuni loro attivisti e candidati avevano fatto, soprattutto sui social media, commenti marcatamente razzisti.

"Dobbiamo mostrare che i commenti offensivi e mossi da pregiudizi razziali di una manciata di idioti non sono espressione del nostro partito", si legge sul Times. "Ho notato che sempre più appartenenti alle minoranze etniche - continua Farage - vengono ai nostri comizi e si fermano a parlare per strada". E molti, sempre secondo Farage, sono favorevoli al forte contenimento dell'immigrazione che l'Ukip chiede.

SDA-ATS