Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La cantautrice Yulia Samoilova.

Keystone/EPA RUSSIAN TV CHANNEL 1 PRESS SERV/RUSSIAN TV CHANNEL 1 PRESS SERVICE HANDOUT

(sda-ats)

Maxi-multa in arrivo per l'Ucraina per aver escluso la cantante russa disabile Yulia Samoilova dal festival Eurovision e per gravi ritardi nell'organizzazione dell'evento canoro.

Lo ha annunciato la European Broadcasting Union (Ebu), secondo cui il comportamento di Kiev "ha distolto l'attenzione dalla competizione e ha danneggiato la reputazione del marchio Eurovision".

Il governo ucraino è stato ampiamente criticato per la controversa decisione di vietare l'ingresso nel Paese, e quindi la partecipazione al festival, alla cantante russa disabile Yulia Samoilova, "colpevole" di essersi esibita in concerto in Crimea dopo l'annessione russa.

Secondo Zurab Alasania, direttore generale della tv di Stato ucraina (Notu), "l'importo della multa può essere fino a 200 mila euro". La settimana scorsa però la tv ucraina ha accusato la European Broadcasting Union (Ebu) di non averle restituito 15 milioni di euro, versati come garanzia per l'organizzazione del festival canoro svoltosi a maggio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS