Navigation

Eurozona, calo record del Pil, -12% nel secondo trimestre

Si produce e si vende di meno in Europa. KEYSTONE/DPA/CHRISTOPHE GATEAU sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2020 - 12:00
(Keystone-ATS)

Nuovo calo record del Pil dell'Eurozona nel secondo trimestre del 2020, ancora caratterizzato da misure di contenimento legate a Covid-19 nella maggior parte degli Stati membri.

Il Pil destagionalizzato è sceso del 12,1% nell'area euro e dell'11,9% nell'Ue nel suo insieme, rispetto al trimestre precedente, secondo la stima flash pubblicata da Eurostat.

Questi sono di gran lunga i maggiori cali dall'inizio delle serie storiche nel 1995. Nel primo trimestre 2020, il Pil si era contratto del 3,6% nell'Eurozona e del 3,2% nell'Ue-27 . Rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, il Pil destagionalizzato è sceso del 15% nell'area euro e del 14,4% nell'Ue nel secondo trimestre 2020.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.