Tutte le notizie in breve

Un raro caso di evoluzione naturale è stato osservato in una popolazione di roditori dei Grigioni.

KEYSTONE/AP/FRANCOIS MORI

(sda-ats)

Ricercatori zurighesi hanno dimostrato un raro caso di evoluzione naturale osservabile "in diretta", avvenuto in poche generazioni, nei Grigioni in una popolazione selvatica di un roditore. Vari inverni precoci hanno selezionato individui di taglia più piccola.

Il vantaggio evolutivo, sostengono gli studiosi, è che i roditori, nella fattispecie delle arvicole delle nevi, più leggeri raggiungono le caratteristiche adulte più in fretta, quindi prima dell'irrompere di una nuova stagione fredda.

L'evoluzione naturale, concetto introdotto dal celebre naturalista inglese Charles Darwin, è il meccanismo che governa l'evoluzione delle specie: in estrema sintesi prevede che la natura (intesa come ambiente fisico e relazioni biologiche) all'interno della diversità genetica delle popolazioni progressivamente favorisce gli individui con geni più adatti all'ambiente in cui vivono.

I ricercatori hanno dimostrato e compreso il fenomeno coltivando piante e funghi e allevando animali in laboratorio. Sono invece ancora ampiamente poco note frequenza e rapidità con cui la selezione naturale opera in condizioni naturali. Finora i casi descritti di adattamenti evolutivi che avvengono "in diretta" sotto lo sguardo dei ricercatori in popolazioni selvatiche sono molto rari.

È proprio questo l'exploit realizzato dall'équipe di Erik Postma, dell'Istituto di biologia dell'evoluzione e di scienze ambientali dell'università di Zurigo (UZH), che ha pubblicato il suo lavoro nella rivista PLOS Biology.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve