Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ex dipendente dell'Ufficio federale di polizia (fedpol) è stato accusato nel cantone di Berna di pornografia con fanciulli e animali.

L'uomo, un cittadino svizzero di 55 anni, ha ammesso di aver scaricato immagini e filmati da internet e di averli messi a disposizione di altri utenti del web. Lo ha comunicato oggi la procura cantonale con incarichi speciali.

Il 55enne difficilmente comparirà davanti al tribunale regionale Berna-Mitteland. L'uomo è infatti nel frattempo andato all'estero, ha detto all'ats Christof Scheurer portavoce della procura. Si delinea così un procedimento in contumacia. Il giudice unico potrà pronunciare una pena detentiva con la condizionale di al massimo due anni o una pena pecuniaria.

Le immagini e i filmati mostrano atti sessuali con bambini - soprattutto anche con bimbi piccoli - e con animali. Il caso risale al 2013 ed è stato segnalato dal Coordinamento svizzero per la lotta alla cybercriminalità. L'uomo si è mostrato da subito collaborativo con gli inquirenti ha detto Scheurer, e non ha trascorso alcun giorno in carcere preventivo.

La portavoce della fedpol Cathy Maret ha confermato che l'accusa riguarda l'uomo che nell'estate 2013 è stato licenziato in tronco.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS