Tutte le notizie in breve

L'ex ministra degli esteri israeliana Tzipi Livni.

KEYSTONE/AP/SEBASTIAN SCHEINER

(sda-ats)

Tzipi Livni, l'ex ministra israeliana degli esteri e della giustizia recatasi domenica a Lugano su invito dall'associazione Svizzera-Israele, è stata denunciata ieri da Urgence Palestine, un collettivo di Ginevra.

L'associazione pro-palestinese accusa l'ex membro del governo di Ehud Olmert di crimini di guerra per la sua implicazione nell'operazione Piombo fuso nella striscia di Gaza, fra il dicembre 2008 e il gennaio 2009, si legge nell'edizione odierna di Le Temps. Contattato dal quotidiano, il Ministero pubblico della Confederazione, autorità competente per il perseguimento di crimini contro l'umanità, ha fatto sapere che sta esaminando il dossier.

Secondo l'Onu Piombo Fuso aveva provocato la morte di oltre 1350 persone, di cui 960 civili. Fra le vittime figuravano 89 poliziotti: i loro famigliari hanno ottenuto l'apertura di un'inchiesta in Gran Bretagna nei confronti di Livni. L'ex ministra è stata oggetto di un procedimento anche in Belgio.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve