Tutte le notizie in breve

Ex ministro Gambia Sonko: Ministero pubblico della Confederazione rileva procedimento (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/THOMAS HODEL

(sda-ats)

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) rileva dalla giustizia bernese il procedimento penale contro Ousman Sonko, ex ministro dell'interno del Gambia che aveva chiesto asilo in Svizzera.

"Sussistono elementi sufficienti per non escludere il sospetto di crimini contro l'umanità", scrive la Procura federale in una nota diramata stamane.

Dal 2011 questo delitto è di competenza federale, spiega l'MPC, che ha così risposto positivamente alla richiesta presentata il primo febbraio scorso dalla Procura generale del canton Berna. "Come sempre e anche per questo caso, vige la presunzione d'innocenza", aggiunge.

Sonko è stato arrestato lo scorso 26 gennaio a Lyss (BE) - dove soggiornava dallo scorso novembre in un centro di transito per richiedenti asilo - a seguito di una denuncia penale presentata dalla ong con sede a Ginevra Trial International. Il 30 gennaio la Procura bernese ha indicato che il giudice dei provvedimenti coercitivi del Giura bernese-Seeland ha accolto la richiesta di carcerazione preventiva per un periodo di tre mesi.

Durante questo tempo l'MPC "intraprenderà altri atti d'indagine, che saranno soprattutto mirati sulle condizioni elencate" per l'applicazione dell'articolo 264a del codice penale riguardante i crimini contro l'umanità, si legge nella nota.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve