"All'alba vincerò" ha cantato ieri sera Andrea Bocelli sul palco allestito in piazza Duomo per il concerto di apertura di Expo 20125. E oggi si scoprirà se la scommessa dell'esposizione universale è vinta.

Certo l'avvio, trasmesso in mondovisione, ha voluto mostrare il meglio dell'Italia (con alcune fra le arie d'opera più conosciute) e anche del sito, con un collegamento per mostrare ai telespettatori cosa offre Expo.

Sul palco la presentatrice Antonella Clerici, insieme a Paolo Bonolis, hanno fatto gli onori di casa per il pubblico a casa e quello presente in piazza, gli oltre tremila ospiti (fra cui la moglie di Matteo Renzi, Agnese, ma non il premier italiano, politici come Debora Serracchiani e i ministri Maurizio Martina e Gian Luca Galletti, chef come Oldani, calciatori come Hernanes, l'ex Ct della nazionale italiana Marcello Lippi) e gli oltre 20 mila, che hanno approfittato dello spettacolo gratuito in piedi, riempiendo piazza Duomo e anche parte della Galleria.

Ovviamente presenti l'attuale sindaco Giuliano Pisapia e l'ex Letizia Moratti, che per prima ha voluto Expo a Milano, l'attuale governatore Roberto Maroni e il suo predecessore Roberto Formigoni. L'inizio è stato con Verdi. L'orchestra e il coro della Scala e dell'Accademia scaligera, dirette da Marco Armiliato, hanno eseguito l'ouverture dell'Attila. E Bocelli si è esibito (con le soprano Diana Damrau e Maria Luigia Borsi, il tenore Francesco Meli e il baritono Simone Piazzolla) in brani conosciuti come il brindisi della Traviata, "Di quella pira" dal Trovatore, "E lucean le stelle" da Tosca. Impossibile rinunciare al "Và, pensiero".

Sul palco è però salito anche il pianista cinese Lang Lang, ormai una star internazionale (che agli ultimi Grammy si è esibito insieme a Pharrel Williams) che oltre a un duetto con Bocelli ha suonato il rondò alla Turani Mozart e un brano del cinese Li Hunzhi. Il pianista ha anche accennato Nessun dorma con il pianoforte usato da Puccini per comporre Turandot. Aria cantata da Bocelli accompagnato dal l'orchestra e dal coro della Scala.

La serata è stata l'occasione per mostrare i padiglioni dell'esposizione e accendere, in collegamento, l'albero della vita, la struttura simbolo del padiglione Italia. "Domani mattina (Stamane ndr.) alle 10.00 vi aspettiamo", ha detto il commissario di EXPO Giuseppe Sala.

Bis e fine trasmissioni con il più grande classico della canzone italiana, "Ò sole mio".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.