Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In un'interpellanza, il consigliere agli Stati Fabio Abate (PLR/TI) richiama all'attenzione del Consiglio federale i seri problemi di capacità sulla tratta autostradale dell'A2 Mendrisio-Lugano. Il governo risponde oggi d'esserne consapevole, tanto che in uno studio preliminare ha analizzato una serie di soluzioni, come la costruzione di una terza canna nelle gallerie San Salvatore e San Nicolao e un potenziamento della rete esistente a tre corsie per senso di marcia.

Sul tratto tra Maroggia e Mendrisio si potrebbe prendere in considerazione un ampliamento completo o l'utilizzo della corsia di emergenza, con preferenza per questa soluzione. Il Consiglio federale ricorda che la variante che verrà scelta figurerà nel secondo messaggio concernente il programma per l'eliminazione dei problemi di capacità sulla rete delle strade nazionali, che valuta i progetti di sistemazione a livello nazionale, con le relative priorità. In merito al pertinente messaggio, le Camere federali decideranno probabilmente nel 2014.

Per quanto riguarda la variante "ottimizzata" proposta dall'Autorità cantonale, Berna è disposta a proseguire i colloqui con il Ticino. Visto che la stessa comporta notevoli costi supplementari, nell'ambito delle discussioni - si legge nella risposta governativa a Fabio Abate - si dovrà affrontare anche l'eventuale partecipazione ai costi da parte del Cantone. Il Consiglio federale si esprimerà in merito nel citato messaggio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS