Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Facebook, per la prima volta da quando è quotata in Borsa, ha fatto registrare una perdita netta di 157 milioni di dollari nel secondo trimestre. La creatura di Mark Zuckerberg ha perso quindi circa 8 centesimi per azione. Si tratta di cifre che seguono le stime degli analisti.

Dai dati, si legge in una nota di Facebook, emerge che c'è una forte domanda di pubblicità, in aumento di 992 milioni di dollari, pari a un +28%. E ciò rassicura gli investitori già scottati dal calo delle azioni e preoccupati dalle prospettive di crescita dell'azienda.

I titoli sono caduti di un 7% prima dell'apertura dei mercati, mentre le azioni di Zynga, il marchio dei giochi on-line, sono caduti addirittura del 40%, finendo per essere quotati appena a 3,04 dollari.

Dopo la chiusura di Wall Street, l'azione del più noto social network al mondo è piombata dell'8,44%, finendo a quota 24,58 dollari.

In questo secondo trimestre il fatturato è salito a 1,18 miliardi di dollari, ha reso noto l'azienda.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS