Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg.

KEYSTONE/AP/ERIC RISBERG

(sda-ats)

Facebook continua a macinare utili e ricavi nonostante i dubbi degli inserzionisti pubblicitari sulla gestione dei contenuti grafici e violenti da parte della società.

''Abbiamo avuto un buon inizio de 2017'' afferma Mark Zuckerberg. E i numeri del primo trimestre non lasciano adito a dubbi. I ricavi sono saliti del 49% a 8,03 miliardi di dollari rispetto ai 5,38 miliardi dello stesso periodo del 2016, e sopra le attese degli analisti che scommettevano su 7,8 miliardi di dollari.

Il salto e' legato al boom della raccolta pubblicitaria sui dispositivi mobili, che ha rappresentato l'85% di quella totale. L'utile netto e' balzato a 3,06 miliardi, a fronte degli 1,73 miliardi dello scorso anno. In aumento anche gli amici, saliti a 1,94 miliardi dagli 1,86 del 2016.

La volata dei ricavi mostra come gli inserzionisti pubblicitari facciano un crescente affidamento su Facebook e sulla sua piattaforma di condivisione di foto Instagram, nonostante le recenti difficoltà. Dopo gli ultimi incidenti sulla condivisione di video violenti e le morti in diretta, Facebook si e' impegnata a controlli più stringenti anche grazie all'assunzione di 3.000 nuovi 'controllori'.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS