Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tra gennaio e settembre in Svizzera sono stati avviati procedimenti fallimentari nei confronti di 4685 aziende. I casi di insolvenza sono stati 3342, in crescita dell'1% rispetto allo stesso periodo del 2012. La progressione più marcata è stata registrata in Ticino (+24% a 260), davanti alla regione di Zurigo (+8% a 557) e alla regione Espace Mittelland (+6% a 592). Lo indica la società di informazioni economiche Bisnode D&B in una nota odierna.

I dati migliori provengono dalla regione del Lemano, dove si è assistito a un calo dei casi di insolvenza del 10% (a 794), dalla Svizzera centrale, dove la diminuzione è stata del 4% (a 330) e dalla Svizzera orientale (-3% a 390). Per la Svizzera nordoccidentale risulta un lieve aumento dell'1% (a 419 casi).

In generale, i settori più toccati dai fallimenti sono quelli dell'edilizia, alberghiero e dell'artigianato. Nel solo mese di settembre, a livello nazionale sono stati registrati 448 procedimenti societari per insolvenza (-9%), su un totale di 546 riguardanti società (-18%). Il totale comprende anche i procedimenti aperti per motivi organizzativi.

Nei primi nove mesi dell'anno sono state iscritte nel registro di commercio 29'817 ditte, un livello in crescita del 3% rispetto al pari periodo del 2012. La progressione più marcata è fatta segnare dal Ticino: +13% a 2280. Segue la regione di Zurigo con un +5% (a 5151). Le altre grandi regioni hanno registrato un +3%, tranne la Svizzera orientale, con un incremento del 2%, e la Svizzera centrale, in flessione di tre punti percentuali.

Lo scorso mese a livello nazionale sono state iscritte 3083 nuove ditte (+13%), indica la ex Dun & Bradstreet nel comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS