Aumentano i fallimenti aziendali in Ticino: l'anno scorso 421 imprese sono state oggetto di un procedimento per insolvenza, il 3% in più del 2018. A livello nazionale vi è stata per contro una flessione di un analogo 3%, con 4691 aziende interessate.

Stando a quanto comunicato oggi dalla società di informazioni economiche Bisnode il 2019 si è mostrato negativo anche in cantoni importanti come Zurigo (+8%) e Zugo (+24%), mentre migliori appaiono le condizioni a Berna (-13%), Basilea Città (-17%) e Vaud (-6%). Ginevra marcia sul posto (nessuna variazione percentuale), mentre i Grigioni mostrano un'evoluzione rallegrante: solo 76 imprese non sono riuscite a far fronte ai pagamenti, il 7% in meno dell'anno precedente.

Ai fallimenti per insolvenza vanno poi aggiunti quelli per lacune nell'organizzazione (articolo 731b del Codice delle obbligazioni): il numero complessivo nei dodici mesi in esame sale così a 6634 (-3%) a livello svizzero, a 821 in Ticino (+13%) e a 143 nei Grigioni (-31%).

Per il solo mese di dicembre si registra nell'insieme del paese una stabilità delle insolvenze (a 452) e un incremento dell'1% dei fallimenti totali (a 591). Relativamente a questo mese Bisnode non ha pubblicato dati disaggregati regionali: dal confronto con le informazioni di novembre emerge però che le imprese insolventi sono state 32 in Ticino e 2 nei Grigioni.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.