Navigation

Fallimento Thomas Cook: una novantina svizzeri interessati

Sono una novantina gli elvetici interessati dalla bancarotta del tour operator Thomas Cook (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/VICKIE FLORES sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2019 - 17:56
(Keystone-ATS)

Una novantina di cittadini elvetici sono rimasti coinvolti a loro spese dal fallimento del tour operator britannico Thomas Cook. I viaggiatori hanno contattato il Touring Club Svizzero (TCS) per chiedere assistenza.

I dossier aperti riguardano in particolare viaggi nel bacino del Mediterraneo, ma anche in Kenya, isole Mauritius e Maldive, indica in una nota odierna il TCS, precisando che "sono stati annunciati da soci del Club 42 casi al Libretto ETI". L'organizzazione, aggiunge, monitora costantemente la situazione.

In totale, sono circa 600'000 i turisti nel mondo interessati dalla bancarotta annunciata dal tour operator.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.