Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La candidata democratica alla Casa Bianca Hillary Clinton (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/ANDREW HARNIK

(sda-ats)

Le famiglie di due delle vittime dell'attacco a Bengasi denunciano Hillary Clinton, accusandola di essere "direttamente responsabile" per la morte dei loro figli.

Nell'azione legale le famiglie puntano il dito contro Hillary anche per averle diffamate con i media. A presentare l'azione legale sono Patricia Smith, la madre dello specialista delle comunicazioni del Dipartimento di Stato Sean Smith, e Charles Woods, il padre del contractor della Cia Tyrone Woods.

"Durante la campagna elettorale, Clinton ci ha diffamato, chiamandoci direttamente bugiardi o implicandolo indirettamente per tutelare e rafforzare la sua immagine pubblica" affermano le due famiglie, secondo le quali la gestione delle informazioni classificate con il server privato di email ha contribuito alle morti di Smith e Woods.

"È altamente probabile, data la storia di Clinton nella gestione delle informazioni classificate, che l'allora segretario di Stato abbia inviato e ricevuto informazioni sull'ambasciatore Christopher Stevens, sulle attività del Dipartimento di Stato e sulle operazioni sotto copertura in cui le vittime erano parte".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS