Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scorso anno la dogana svizzera ha sequestrato meno farmaci dimagranti illegali, ma più sonniferi e tranquillanti. Lo rende noto Swissmedic, precisando di aver ricevuto segnalazione di 1134 medicamenti sospetti, il 7% in meno rispetto all'anno precedente.

Il 51% di questi preparati erano stimolanti per l'erezione, il 15% sonniferi e tranquillanti e il 13% dimagranti. Le spedizioni provenivano da 62 diversi paesi, ma il 40% del totale proveniva dall'India.

Un problema in aumento - prosegue Swissmedic - sono i principi attivi sbagliati o addirittura non dichiarati la cui assunzione è pericolosa. Le capsule per dimagrire offerte sul sito "The Diennet Institute" contengono ad esempio, non dichiarati, gli stupefacenti amfepramone (anoressizzante) e diazepam (tranquillante).

Il principio attivo amfepramone non è più omologato in Svizzera e può provocare gravi problemi cardiocircolatori, mentre l'utilizzo incontrollato e prolungato di diazepam senza sorveglianza medica può causare dipendenza.

Swissmedic ricorda che la maggior parte dei medicamenti acquistati su internet da fonti sospette presenta gravi difetti di qualità. Sono contraffatti, di cattiva qualità, inefficaci o dosati in maniera errata e costituiscono quindi un grave pericolo per la salute.

I preparati con obbligo di prescrizione vengono spesso venduti senza confezione o foglietto illustrativo: mancano quindi le informazioni sulla corretta posologia o le avvertenze relative alle misure precauzionali e ai possibili effetti collaterali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS