Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un farmaco prescritto per trattare i sintomi del Parkinson, il Rasagiline, uno di quelli usati più comunemente per la patologia, ha causato un effetto collaterale piuttosto insolito in una paziente di 42 anni: una settimana di orgasmi spontanei e ripetuti, ipereccitazione e aumento della libido. A riportare il caso della donna è la rivista Parkinsonism and Related Disorders.

La paziente, ricoverata in ospedale dopo aver avuto dai 3 ai 5 orgasmi al giorno, ognuno della durata di circa 20 secondi, per 7 giorni, è stata seguita dalla Necmettin Erbakan University di Konya, in Turchia.

I medici, nella loro relazione, spiegano che è la prima volta che si verifica un effetto collaterale del genere con questo farmaco, mentre sono più frequenti sintomi di tipo influenzale e problemi gastrici.

I sintomi sono spariti dopo aver interrotto il farmaco per due settimane, ma sono ricomparsi una volta che la donna ha iniziato a riprenderlo.

I ricercatori non sono sicuri su cosa abbia causato questo effetto, ma potrebbe essere stato scatenato da un aumento di dopamina (il neurotrasmettitore che aiuta a regolare i sentimenti di piacere e che cala con il Parkinson) indotto dal farmaco appunto.

Altri medicinali, come alcuni antidepressivi, che attivano la dopamina, possono indurre una risposta di tipo sessuale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS