Navigation

Fca-Psa: ok a fusione, nasce quarto costruttore al mondo

Nasce il quarto gruppo mondiale. KEYSTONE/AP/Jacques Brinon sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 dicembre 2019 - 08:14
(Keystone-ATS)

Fiat Chrysler Automobiles (Fca) e Psa, gruppo cui fanno capo marchi quali Peugeot, Citroën, DS, Opel e Vauxhall Motors Fca e Psa, hanno raggiunto l'accordo per la fusione.

La nuova società sarà il quarto costruttore automobilistico al mondo in termini di volumi e il terzo in base al fatturato, con vendite annuali di 8,7 milioni di veicoli e ricavi congiunti di quasi 170 miliardi di euro, l'equivalente di quasi 190 miliardi di franchi.

Il gruppo genererà sinergie annuali che a regime sono stimate in circa 3,7 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti in conseguenza dell'operazione e con un flusso di cassa netto positivo già nel primo anno.

L'impresa potrà contare su "una solida struttura di governance", con John Elkann alla presidenza e Carlos Tavares Ceo. Avrà forte supporto da parte degli azionisti di lunga data (Exor, famiglia Peugeot, Stato francese) che avranno una rappresentanza nel consiglio. Il Cda avrà 11 membri, con una maggioranza di consiglieri indipendenti. Sarà consigliere anche Tavares che avrà un mandato iniziale di cinque anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.