Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Fed rivede al ribasso le stime di crescita per l'economia americana per il 2015 a +1,8%-2,0% dal 2,3-2,7% stimato in marzo.

"L'attività economia si sta espandendo moderatamente", "sta accelerando" la velocità della creazione dei posti di lavoro, si legge nel comunicato della Fed.

"L'attività economia si sta espandendo in modo moderato. La crescita delle spese delle famiglie è stata moderata e il settore immobiliare ha mostrato alcuni miglioramenti. L'inflazione continua a essere al di sotto dell'obiettivo di lungo termine, riflettendo in parte il calo dei prezzi dell'energia".

"Ci attendiamo che l'attività economica continuerà a espandersi a velocità moderata, con gli indicatori del mercato del lavoro che si muoveranno verso livelli che riteniamo in linea con il nostro doppio mandato. Continuiamo a ritenere i rischi alle prospettive per l'attività economica e il mercato del lavoro quasi bilanciati. L'inflazione resterà vicino ai livelli attuali nel breve termine, ma ci attendiamo che si muoverà gradualmente verso il 2% nel medio termine. Continuiamo a monitorare gli sviluppi dell'inflazione da vicino", afferma la Fed, sottolineando che l'attuale livello dei tassi di interesse "resta appropriato".

La Fed ritiene che sarà "appropriato aumentare i tassi quando ci saranno ulteriori miglioramenti sul mercato del lavoro e ci sarà fiducia sul fatto che l'inflazione si muoverà verso il 2% nel medio termine". "Quando inizieremo" ad alzare i tassi "l'approccio sarà in linea con gli obiettivi di lungo termine della massima occupazione e di un'inflazione al 2%".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS