Navigation

Federali: a consigliere nazionale Tim Guldimann sarà pagato l'aereo

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2015 - 18:39
(Keystone-ATS)

Al neoconsigliere nazionale Tim Guldimann sarà pagato l'aereo per raggiungere Berna, affinché durante le sessione possa fare il pendolare fra la sua residenza di Berlino e la città federale.

L'ex ambasciatore è stato eletto come svizzero all'estero nel canton Zurigo, sulla lista ordinaria del PS.

Mentre i parlamentari che vivono nella Confederazione hanno diritto a un abbonamento generale di prima classe, Guldimann potrà farsi rimborsare un volo di andata e ritorno in classe economy per sessione, nonché un numero illimitato di altri voli per le sedute delle commissioni. Avrà inoltre diritto a un rimborso di distanza di 400 franchi a viaggio.

Una volta a Berna riceverà gli stessi contributi versati agli altri parlamentari, vale a dire 115 franchi al giorno per il vitto e 180 per il pernottamento. Versamenti che si estenderanno anche al fine settimana, se rimarrà a Berna.

Guldimann non ha intenzione di trasferirsi nella Confederazione: "sono uno svizzero all'estero e gli svizzeri all'estero vivono all'estero", ha affermato ai microfoni di Radio 1, aggiungendo che accetterà i rimborsi.

Guldimann non è il primo rappresentante della quinta Svizzera in parlamento, ma è il primo che è stato eletto come tale. Nella legislatura 1999-2003 Ruedi Baumann (Verdi/BE) e Stephanie Baumann (PS/BE) erano stati eletti quali "indigeni" ma durante il loro periodo in carica si erano trasferiti in Francia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.